Come mangiare meno

Mangiare meno è spesso una questione di forza di volontà ma ci sono alcune tecniche che possono aiutare in modo consistente a controllare le porzioni dei propri pasti. Ecco qui alcuni piccoli passi che sommati possono dare un grande contributo e aiutare a dimagrire velocemente.

1. Utilizzare piatti blu ci spinge inconsciamente a mangiare di meno, vi siete mai chiesti come mai McDonald’s e tutte quelle catene di fast-food utilizzano colori caldi come rosso, il giallo e il marrone? I colori caldi ci spingono inconsciamente ad abbuffarci, utilizza colori freddi a tavola e mangerai di meno.

2. È risaputo che alcuni cibi abbiano un potere saziante maggiore di altri, ad esempio il croissant è una scelta comune al mattino poiché molti non hanno appetito e per questo scelgono di mangiare un cibo poco saziante e molto calorico. Va da sé che questo è il frutto di uno stile di vita errato, il fatto di avere poco appetito non è una buona scusa per mangiare cibi pieni zuccheri semplici molto dannosi per l’organismo.

3. Un’ottima idea è quella di usare piatti più piccoli, è stato dimostrato che utilizzare piatti grandi può indurci inconsciamente a consumare porzioni più voluminose. Al contrario per quanto riguarda le posate, posate più grandi hanno registrato un consumo inferiore di cibo.

4. Mettete in risalto il cibo meno calorico in cucina. Mettere cibi più salutari e meno calorici in bella mostra appena aperto il frigorifero o in dispensa porta automaticamente a consumare più cibi salutari. Un detto inglese dice “monkey see,monkey do” (letteralmente la scimmia vede e quindi la scimmia fa, paragonando gli uomini alle scimmie) quindi circondatevi di cibo sano e poco calorico e qualsiasi altra cosa che vi ricordi uno stile di vita sano e attivo (tieni le scarpe da jogging è nascoste in fondo all’armadio?).

5. Evita i cibi ad alto indice glicemico, ossia cibi contenenti molti zuccheri semplici. Non solo questi cibi sono più calorici e più ingrassante visto che causano un ricco di glicemia maggiore, ma possono farti anche mangiare di più visto chequando la glicemia si abbassa a causa dell’insulina immediatamente torna lo stimolo della fame anche se le ultime scorte energetiche sono appena state immagazzinate sotto forma di grasso. Continua a smangia chiare? Forse a causa sono proprio quel che ha pane bianco e le varie bevande gassate che i consumi.

6. Bevi molta acqua, spesso lo stimolo della sete viene confuso con lo stimolo della fame senza rendersene conto. Per questo motivo è importante bere sempre molta acqua anche prima che sopraggiunga lo stimolo della sete, è sorprendente quanto possa saziarvi e farvi mangiare di meno bere costantemente acqua, tè senza zucchero o una tisana.

7. Non bere calorie. Un bicchiere di latte al mattino dovrebbe essere la massima quantità di calorie bevute, bere calorie significa ingrassare senza saziarsi: la cosa più controproducente quando si cerca di seguire una dieta ipocalorica.

8. Mangia poco e spesso. aspettare i pasti può spesso portare ad affermarsi esageratamente e quindi a consumare una grande quantità di cibo prima di rendersi conto di aver esagerato. Circondati di snack salutari come frutta e verdura, sicuramente ridurrai il consumo di cibo complessivo.

9. Mangia lentamente e quando ritiene di aver consumato una quantità di cibo sufficiente fermati e aspetta 20 minuti. Il nostro stomaco è in grado di dire a autoregolarsi e rendersi conto quale la quantità ottimali di cibo da consumare, specialmente quando si consuma cibo a bassa densità calorica. Il problema è che la comunicazione con il cervello non è istantanea, ci vogliono circa 20 minuti per far sì che questo meccanismo entri in funzione. Se dovesse avere ancora appetito dopo 20 minuti è una buona idea continuare a mangiare, ma solo cibi salutari.

10. Rilassati. È risaputo che stress e nervosismo possono portarci a mangiare in modo compulsivo ed esagerato senza che il nostro corpo ne abbia veramente bisogno. Dopo una giornata di lavoro o di studio pesante non buttarti immediatamente sul frigorifero, prendi il tuo tempo per rilassarti e calmarti dopo la giornata, magari bevendo una tazza di tè o una tisana. Mangerai meno e più lentamente, senza contare i benefici che di per sé può portare una buona abitudine come questa.

Un approfondimento per mangiare meno: cibi realmente nutrienti e cibi invitanti

Un ulteriore taglio che si può dare agli approcci su come mangiare meno è quello di osservare i meccanismi che ci portano a desiderare il cibo e, nel caso, ad esagerare. Con un po’ di introspezione si può arrivare a distinguere la maggior parte dei cibi in due categorie: cibi realmente nutrienti e che il nostro corpo desidera veramente e i cibi solamente invitanti, che desideriamo soltanto quando li vediamo o gli annusiamo.
Al giorno d’oggi siamo continuamente esposti attraverso la pubblicità a stimoli visivi riguardanti cibi e bevande, in questo modo siamo continuamente portati ad utilizzare il meccanismo dei cibi invitanti, ossia quelli che desideriamo particolarmente soltanto quando ne vediamo esposti, per decidere con cosa pasteggiare. Va da sé che questo può portare a degli squilibri e ostacolare il nostro proposito di mangiare meno e in modo salutare.
Per questo motivo vi suggerisco di mettere con molta consapevolezza nei processi che ci portano a desiderare un cibo e a mangiarlo, è prendendone consapevolezza che possiamo imparare a controllare questi meccanismi. Prima di mangiare provate ad allontanarvi da questo tipo di stimoli e ad ascoltare il vostro corpo, probabilmente vi sta pregando di mangiare dei mirtilli quando in realtà avresti mangiato un hamburger. Non vi è mai capitato di mangiare un frutto e di sentirvi rinati? Personalmente mi successo molte volte di mangiare frutta verdura e rendermi immediatamente conto che il mio corpo era molto recettivo e “felice” di ricevere un buon nutrimento.
Quindi ribadisco, ponderate bene le vostre decisioni alimentari e ascoltate con attenzione gli stimoli che vengono dal vostro corpo. Ma distinguete bene i desideri che provengono dal vostro corpo e quelli che vengono inculcarti esternamente. Vi accorgerete di desiderare spesso cibi salutari che normalmente avreste evitato e probabilmente vi risparmierete un sacco di fatica, di grasso in eccesso e possibilmente anche di malattie: mettete il giusto carburante nella vostra macchina e il vostro motore sarà più forte e durerà più a lungo.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>